Traversa per letto Toronto: innovazione e Comfort per un Sonno Asciutto

Le traverse per letto sono dispositivi sanitari essenziali per incontinenti, specialmente per coloro che necessitano di una protezione extra durante la notte. Si tratta di speciali fogli di tessuto o tela cerata che fungono da barriera tra il degente e il lenzuolo, proteggendoli da possibili perdite di urina o altri liquidi.

Le traverse sono particolarmente utili per tutti i pazienti che necessitano di una soluzione per preservare l’igiene del letto. Nell’ambito geriatrico, le traverse letto per anziani sono una scelta pratica, offrendo un sonno asciutto e aiutando a mantenere pulite le lenzuola conservando al contempo il materasso in ottime condizioni per lungo tempo. A seconda del modello, possono essere appoggiate semplicemente sul materasso o fissate tramite ali laterali per una maggiore stabilità.

Disponibili in diverse dimensioni, le traverse si adattano a letti singoli o a una piazza e mezza, garantendo una copertura sufficiente nella zona lombare per una protezione ottimale.

Sul mercato esistono 4 diverse tipologie di traverse letto, ognuna progettata per soddisfare specifiche esigenze di comfort e praticità:

 

1.  Traversa Monouso

La traversa monouso è un telo cerato realizzato in materiale plastico. Come suggerisce il nome, è progettata per un utilizzo singolo. Questa tipologia di traversa per letto infatti deve essere eliminata e sostituita dopo essere entrata a contatto con i liquidi organici.

Anche se si tratta di una soluzione pratica per prevenire il contatto del materasso con i liquidi, non offre elevati standard di comodità dato che spesso è mal tollerata dai degenti, che la trovano scomoda e poco piacevole al tatto. Non è quindi la scelta migliore per chi cerca una soluzione confortevole.

Le traverse usa e getta sono innegabilmente pratiche per situazioni in cui è necessario un cambio frequente e rapido, ma va detto che contribuiscono notevolmente all’aumento del volume dei rifiuti. Oltre alle implicazioni ecologiche (le traverse non si prestano al riciclo), la gestione può essere penalizzante dove c’è un uso quotidiano di una grande quantità di traverse, ad esempio in casa di riposo o RSA.

 

2.  Traversa monouso + traversa di cotone

Per migliorare il comfort dei degenti, è possibile sovrapporre una traversa in cotone alla traversa monouso. In questo modo, la monouso può bloccare i liquidi salvaguardando il lenzuolo, mentre la traversa in cotone permette di aumentare la sensazione di morbidezza.

È una buona soluzione per chi cerca una protezione efficace, ma con un maggiore grado di comfort rispetto alle traverse completamente in plastica.

La traversa in cotone è lavabile in lavatrice, prestandosi per utilizzi multipli. Tuttavia, la traversa monouso impatterà sul volume di rifiuti da smaltire.

 

3. Traversa in spugna + PVC (o Cotone + poliestere)

La traversa in PVC combinata con cotone, o alternativamente poliestere e cotone, rappresenta una soluzione che può essere lavata e riutilizzata.

Questa tipologia di traverse per anziani offre un comfort nettamente superiore rispetto alle opzioni monouso, grazie alla sua morbidezza e alla capacità di assorbenza.

L’eccellente capacità assorbente della traversa per letto in PVC/Poliestere + cotone ha un lato negativo. Infatti, tende a impregnarsi d’acqua durante il lavaggio. Di conseguenza, può risultare difficile da asciugare, richiedendo molto tempo ed energia per l’asciugatura completa.

Questa tipologia sta andando in disuso a favore di un tipo di traversa che offre un livello di comfort e praticità superiore.

 

4. Traversa Toronto (triplo strato)

La traversa Toronto è una soluzione maggiormente utilizzata in sostituzione delle monouso o dei tradizionali sistemi lavabili nel panorama dei dispositivi di protezione per il letto. Diversamente dalla traversa PVC + cotone, questa traversa per anziani e disabili è progettata per assorbire i liquidi organici efficacemente, asciugandosi rapidamente. Questa traversa è composta da 3 strati:

  • Barriera in poliuretano traspirante, per garantire la necessaria impermeabilità.
  • Interno di viscosa, che assorbe i liquidi.
  • Superficie di contatto in poliestere Total Dry, che garantisce una superficie asciutta in pochi minuti dopo essere stata a contatto con i liquidi.

Un vantaggio significativo di questo modello è che non trattiene eccessivamente l’acqua durante il lavaggio, facilitando così un’asciugatura più veloce e meno onerosa in termini energetici.

 

I vantaggi della Traversa Toronto:

 

  • Riduzione dei rifiuti speciali. Le traverse monouso, se utilizzate in grandi quantità, rappresentano un onere significativo in termini di smaltimento. La Traversa Toronto, essendo riutilizzabile, contribuisce a diminuire i costi per la gestione dei rifiuti.
  • Sostenibilità ambientale. La scelta della Traversa Toronto è la più ecologica. Riduce lo spreco di materiali e contrasta l’aumento di rifiuti indifferenziati.
  • Risparmio sul medio e lungo termine. Sebbene l’investimento iniziale possa essere superiore a quello delle traverse monouso, la durata e la riutilizzabilità della Traversa Toronto permettono un notevole risparmio nel lungo periodo.
  • Ciclo di lavaggio rapido. Grazie alle sue eccellenti capacità di asciugatura, permette di risparmiare tempo ed energia rispetto alle classiche traverse in PVC/poliestere + cotone.
  • Comfort per l’ospite. La superficie morbida della Traversa Toronto evita la sensazione sgradevole tipica delle traverse in plastica, ed è paragonabile a quella di un soffice lenzuolo.
  • Sicurezza. La Traversa Toronto è disponibile anche nella versione con lembi per legarla al materasso, garantendo una perfetta aderenza al letto.
  • Lunga durata. Questa traversa è studiata per resistere ai lavaggi industriali, anche frequenti.

 

In conclusione

 

Le traverse monouso, negli ultimi anni, stanno mostrando i loro limiti:

  • Sono problematiche dal punto di vista ambientale. La loro produzione, utilizzo e smaltimento generano una quantità considerevole di rifiuti non biodegradabili.
  • Dal punto di vista economico, utilizzare traverse monouso è oneroso. La necessità di acquistare ripetutamente questi prodotti, unitamente ai costi associati allo smaltimento, comporta un esborso finanziario notevole per le strutture che ne fanno uso.
  • Si osserva frequentemente un uso improprio delle traverse monouso da parte del personale nelle RSA. Non è raro che vengano utilizzate per la pulizia dei pavimenti o in sostituzione degli strofinacci, contribuendo all’incremento dei costi e dei rifiuti generati.

In questo contesto, l’adozione di traverse riutilizzabili, come la traversa Toronto, emerge come una soluzione efficace e vantaggiosa.

  • Queste traverse, essendo lavabili, offrono la possibilità di essere riutilizzate più volte, riducendo significativamente il volume di rifiuti
  • L’investimento iniziale in traverse riutilizzabili si ammortizza nel tempo.
  • La loro introduzione in ambienti assistenziali incoraggia pratiche più consapevoli di gestione delle risorse aziendali.

Adottare la Traversa per letto Toronto non solo migliora l’efficienza e la sostenibilità della propria struttura, ma incoraggia anche un cambiamento culturale verso pratiche più consapevoli e rispettose delle risorse a disposizione.

Sacchi per biancheria sporca: soluzioni per ogni esigenza in RSA

Nelle case di riposo, la gestione della biancheria sporca rappresenta una sfida quotidiana. L’efficienza del processo di ricambio si combina con l’esigenza di mantenere elevati standard igienici. Per supportare questa attività è necessario dotarsi di sacchi portabiancheria.

Questi accessori sono molto più che semplici contenitori: sono strumenti chiave per un ambiente più sicuro e organizzato.

Tuttavia, è importante sottolineare che non tutti i sacchi sono uguali. Nel nostro articolo passeremo in rassegna le diverse tipologie di questi accessori, dai modelli chiusi ai sacchi lavanderia aperti e ai sacchi impermeabili, ciascuno progettato per rispondere ad esigenze specifiche in RSA.

 

Sacco Portabiancheria Chiuso

Sacco lavanderia chiuso blu

Il sacco portabiancheria chiuso è stato appositamente progettato per rispondere alle esigenze delle case di riposo che si avvalgono di servizi di lavanderia esterni.

Quando la biancheria sporca viene raccolta, viene inserita in questo sacco che viene poi sigillato. Questo processo garantisce che il personale addetto al trasporto non entri in contatto con la biancheria sporca, mantenendo un alto livello di igiene e sicurezza durante il trasporto verso la lavanderia esterna.

Per facilitare lo spostamento, il sacco è dotato di due maniglie robuste, una su ciascun lato. Il sistema di chiusura, che include un cordino e una cannuccia in plastica, assicura che il contenuto rimanga all’interno.

I sacchi portabiancheria chiusi sono disponibili in cinque diversi colori (blu, giallo, marrone, rosso, verde). Questa varietà cromatica facilita l’identificazione e la differenziazione della biancheria, permettendo, ad esempio, di distinguere la provenienza dei sacchi o la tipologia di biancheria (lenzuola, asciugamani, abbigliamento dei degenti, ecc.).

Inoltre, esiste la possibilità di personalizzare il sacco con il logo della struttura, riducendo le probabilità di furto e smarrimento.

 

Sacco Portabiancheria Aperto

sacco lavanderia aperto verdeIl sacco portabiancheria aperto è una soluzione pensata per le case di riposo che possiedono una lavanderia interna. La sua progettazione prende in considerazione non solo la funzionalità ma anche la sicurezza, elementi chiave per rendere il processo di trattamento della biancheria più efficiente e igienico.

Realizzato in resistente tessuto rib stop 100% poliestere, questo sacco biancheria si distingue per l’elevata resistenza allo strappo e all’usura, assicurando così una durata prolungata. La struttura aperta del sacco per bucato ne facilita il riempimento, favorendo una raccolta rapida e ordinata della biancheria sporca nei vari reparti dell’RSA.

La praticità d’uso è garantita dalla presenza di lembi sovrapposti a portafoglio con una chiusura a nastrino ed olivetta in plastica che permettono di mantenere il contenuto del sacco sicuro e protetto.

I sacchi per trasporto biancheria sono disponibili in cinque colori differenti (blu, giallo, marrone, rosso, verde) che, come nel caso del modello chiuso, aiutano a distinguere con facilità i diversi tipi di biancheria o i reparti, semplificando il processo di organizzazione.

 

Sacco Portabiancheria Impermeabile

sacco lavanderia impermeabile a portafoglioIl sacco portabiancheria impermeabile, realizzato con un mix di 85% PVC e 15% poliestere, è progettato per offrire una protezione completa contro le fuoriuscite di liquidi, rendendolo ideale per contenere biancheria umida o contaminata.

Una sua caratteristica distintiva è la sua chiusura a portafoglio. Questa innovazione permette di collegare il sacco con la biancheria sporca con l’apertura della lavatrice. La sacca si aprirà automaticamente prima del ciclo di lavaggio. Ciò elimina la necessità per il personale di aprire il sacco e maneggiare direttamente la biancheria sporca, riducendo così il rischio di contatto con agenti patogeni.

La praticità è ulteriormente incrementata grazie ai bordi colorati disponibili in diverse tonalità (blu, bordeaux, verde), che facilitano lo smistamento della biancheria in corsia. Questo non solo migliora l’efficienza, ma anche l’organizzazione del lavoro, riducendo i tempi di gestione.

Le generose dimensioni del sacco (60×120 cm) permettono il trasporto di un’ampia varietà di articoli tessili, come lenzuola, federe, asciugamani o indumenti.

 

Sacco lavanderia: quale scegliere?

Come abbiamo visto in questo articolo, la scelta del sacco portabiancheria gioca un ruolo fondamentale nella gestione pratica e igienica della biancheria nelle case di riposo:

  • Il sacco per biancheria chiuso è perfetto per le case di riposo che esternalizzano i processi di lavaggio.
  • Il sacco per biancheria aperto si adatta alle esigenze della RSA con lavanderia interna alla struttura.
  • Il sacco per biancheria impermeabile è utilissimo per la gestione di biancheria umida o contaminata.

Un altro elemento da tenere in considerazione è la differenziazione:

  • Utilizzare sacchi per panni sporchi di colori diversi consente agli operatori di riconoscere il contenuto a colpo d’occhio, diminuendo il rischio di confusione tra tipi di biancheria diversi.
  • La marcatura dei sacchi per trasporto biancheria con il logo della struttura riduce i rischi di smarrimento e furto.

Queste informazioni ti saranno utili per orientarti nel mondo variegato dei sacchi portabiancheria per RSA.

Il nostro team è a disposizione per fornire consulenze dettagliate, aiutandoti a scegliere la soluzione più adatta alle tue specifiche esigenze.

Non esitare a contattarci per trasformare la gestione della biancheria della tua RSA in un processo più sicuro, igienico e organizzato.

Contattaci!

Islanda: il piumino ignifugo che fa anche da coperta

Stai cercando una soluzione per garantire calore e sicurezza agli anziani in RSA? La risposta potrebbe essere il piumino Islanda. Ma perché scegliere questo prodotto rispetto ad una tradizionale coperta di lana? Scopriamolo insieme.

 

Sicurezza Prima di Tutto: L’Importanza del Piumino Ignifugo

Nel contesto di una casa di riposo, la sicurezza è di primaria importanza. In questo spicca il piumino Islanda. Realizzato con un tessuto esterno in microfibra di poliestere 100% flame retardant, garantisce la massima protezione dal fuoco.

Quindi Islanda è a tutti gli effetti un “piumino ignifugo”? La risposta non è così banale come può sembrare.

 

La verità sulla Biancheria Ignifuga

La normativa italiana in materia di sicurezza antincendio ha introdotto un sistema di classificazione per i materiali basato sulla loro reazione al fuoco. Questa classificazione, che va da 0 a 5, fornisce un’indicazione sul grado di sicurezza offerto da ciascun materiale quando viene esposto alle fiamme.

  • Classe 0. Questa è la classe più sicura, che comprende solo materiali considerati incombustibili. Ciò significa che non solo non prendono fuoco, ma sono anche incapaci di propagare le fiamme. Si tratta quasi esclusivamente di materiali composti da metalli o lane minerali, in genere impiegati in edilizia.
  • Classi 1-5. Man mano che si sale nella classificazione, la resistenza al fuoco diminuisce. I materiali classificati come Classe 1 offrono un elevatissimo livello di protezione al fuoco in quanto non infiammabili e a combustione lenta. Il piumino Islanda è stato certificato in Classe 1. Anche se non è definibile come “ignifugo” in senso stretto, la sua reazione al fuoco è molto lenta, il che significa che in caso di contatto con una sorgente di fiamma, il tempo disponibile per intervenire e prevenire un potenziale disastro è notevolmente maggiore.

 

Prestazioni Termiche Superiori rispetto a una coperta di lana

Il piumino Islanda è assimilabile alla coperta di lana, ma con alcune differenze.

Una di queste è la grammatura, cioè il peso del tessuto per metro quadrato. La classica coperta messicana, con i suoi solidi 450 gr/mq, potrebbe sembrare a prima vista più calda e avvolgente rispetto al nostro piumino a 3 strati, che pesa solo 360 gr/mq. Tuttavia, le apparenze ingannano. Il piumino Islanda è stato realizzato con materiali d’avanguardia che gli consentono di trattenere il calore in modo molto efficace. Questo significa che, nonostante il divario di peso, una spessa coperta e il piumino Islanda sono caldi allo stesso modo!

 

Massima leggerezza

I vantaggi del piumino Islanda non si fermano qui. Essendo così leggero, è particolarmente indicato per chi passa molte ore a letto, come gli anziani o chi ha problemi di mobilità. Le coperte pesanti possono causare una pressione eccessiva su alcune parti del corpo, aumentando il rischio di problemi come le piaghe da decubito. Grazie alla minore pressione, il piumino Islanda aiuta nella prevenzione di questo problema purtroppo assai comune nei pazienti allettati.

 

Versatilità

Il piumino Islanda, con le sue dimensioni di 155×200 cm, offre una adattabilità che va al di là di quella di una comune coperta. Se si desidera un utilizzo più immediato, può essere steso direttamente sul letto come una coperta, offrendo calore e comfort senza ulteriori aggiunte. Tuttavia, per chi cerca una maggiore protezione, il piumino Islanda può essere facilmente utilizzato come un piumino classico, alloggiandolo all’interno di un sacco copripiumino. Questa opzione lo salvaguarda da possibili macchie o usura.

 

Lunga durata e manutenzione semplice

Nell’ambito della biancheria geriatrica, molti prodotti tendono a deteriorarsi e perdere le proprie qualità dopo ripetuti lavaggi; tuttavia, con il piumino Islanda, questo non avviene.

Ancora più notevole è il fatto che, nonostante venga lavato frequentemente, il piumino mantiene inalterata la sua caratteristica di resistenza al fuoco. Questo aspetto, in particolare, è cruciale per garantire la sicurezza, soprattutto in ambienti come case di riposo e ospedali, dove la sicurezza degli ospiti è di primaria importanza.

La resistenza e la longevità portano anche un vantaggio economico significativo. Strutture come alberghi o case di cura spesso affrontano costi elevati per sostituire la biancheria che si deteriora rapidamente. Con il piumino Islanda questi costi di manutenzione possono essere abbattuti. Avere un prodotto che mantiene le sue proprietà principali dopo ripetuti cicli di lavaggio significa meno sostituzioni, meno acquisti e, in definitiva, un risparmio di denaro significativo a lungo termine. Dunque, non si tratta solo di un prodotto di alta qualità, ma anche di un saggio investimento che unisce efficienza, sicurezza ed economicità.

 

Maggiore igiene

Un prodotto che come il piumino Islanda può essere lavato e asciugato con facilità non solo rappresenta una soluzione pratica, ma contribuisce a mantenere un alto livello di igiene.

Il lavaggio e l’asciugatura del piumino Islanda sono molto rapidi. Questa caratteristica contribuisce a ridurre i tempi dei cicli di lavaggio. Un piumino sporco può così tornare in poche ore a rivestire un letto fresco e pulito.

Al contrario, la coperta di lana, pur essendo un prodotto tradizionale molto amato, presenta alcune problematiche in termini di manutenzione. La lana è un materiale che richiede cure particolari durante il lavaggio per evitare che si infeltrisca o di deformi. Inoltre, la fase di asciugatura della lana è piuttosto lunga. Questo può comportare una minore praticità nell’uso quotidiano.

 

Piacevolezza al Tatto

La tradizionale coperta di lana, pur essendo apprezzata per le sue capacità isolanti e per il calore che offre, presenta una superficie che può risultare ruvida, soprattutto dopo diversi lavaggi. Per questo motivo potrebbe non essere adatta a tutti, in particolare a chi ha la pelle sensibile.

Al contrario, il piumino Islanda, con la sua morbidezza, garantisce un’esperienza tattile totalmente differente.

 

Non perde pelucchi

Un altro aspetto fondamentale da considerare, soprattutto per coloro che desiderano mantenere la loro biancheria da letto in perfette condizioni nel tempo, è il problema del peeling, ossia la formazione di piccoli nodi o palline sulla superficie del tessuto a causa dell’attrito o dell’usura. È un fenomeno comune in molti tessuti, in modo particolare la lana. Il piumino Islanda si distingue anche in questo!

 

Perché Scegliere il Piumino Ignifugo Islanda?

Il piumino Islanda rappresenta una moderna alternativa alla coperta di lana, offrendo numerosi vantaggi in termini di sicurezza, comfort e manutenzione. Se cerchi una soluzione che unisca efficienza termica, sicurezza e praticità di manutenzione, il piumino Islanda potrebbe essere la scelta ideale per te.

Lenzuola per strutture sanitarie: guida alla scelta

Nel delicato mondo della cura dei pazienti, ogni dettaglio conta. La scelta delle lenzuola per strutture sanitarie non fa eccezione. Che si tratti di una grande struttura ospedaliera, di una Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) o della cura di un familiare anziano non autosufficiente a casa, la biancheria da letto gioca un ruolo cruciale nel garantire il comfort e il benessere del degente.

Quali sono le caratteristiche da considerare per fare una scelta consapevole? In questo articolo approfondiremo 3 diversi tipi di lenzuola per letti sanitari, mettendo in luce i loro elementi salienti, in modo da aiutarti a scegliere la soluzione più adatta alle tue esigenze.

 

Lenzuola sanitarie 100% Cotone: la Tradizione

Nel panorama della biancheria destinata alle strutture sanitarie, le lenzuola in 100% cotone rappresentano uno standard d’eccellenza. Non è un caso che molte RSA e strutture geriatriche si rivolgano alla nostra linea Silver quando si tratta di scegliere la biancheria per i letti dei loro degenti.

Ma cos’è che rende così speciali le lenzuola sanitarie in puro cotone?

Innanzitutto, l’uso esclusivo della fibra di cotone garantisce una piacevole morbidezza al tatto. Questo materiale traspirante assicura un letto sempre fresco ed evita l’aumento del tasso di umidità tra le lenzuola, riducendo la proliferazione di acari e microbi pericolosi per la salute dei degenti.

La cura nella realizzazione della linea Silver, evidente nei dettagli come i doppi orli, permette a queste lenzuola una buona resistenza e lunga durata nel tempo. Questo è un elemento importante in contesti come le residenze geriatriche, dove la biancheria viene utilizzata e lavata frequentemente.

 

Scopri di più sulla gamma Silver

 

Lenzuola sanitarie a Tessuto Misto: 7 vantaggi (e uno svantaggio)

Negli ultimi anni, le lenzuola per strutture sanitarie a tessuto misto, in particolare quelle con composizione 50% cotone 50% poliestere, stanno emergendo come l’opzione favorita per molte strutture. Ma quali sono i motivi dietro questa tendenza?

  1. Maggiore durata. Il poliestere presente nel tessuto dona una robustezza superiore, garantendo un ciclo di vita prolungato delle lenzuola rispetto a quelle realizzate interamente in cotone.
  2. Resistenza al lavaggio. La fibra di poliestere resiste ai lavaggi frequenti, anche in lavanderie industriali. Ciò significa meno usura e strappi, mantenendo le lenzuola in condizioni ottimali per un periodo più lungo.
  3. Rapida asciugatura. Uno dei maggiori benefici delle lenzuola a tessuto misto è la capacità di asciugarsi più rapidamente rispetto alle lenzuola in puro cotone.
  4. Meno necessità di stiro. Grazie al poliestere, queste lenzuola hanno meno pieghe e stropicciature. Ciò riduce non solo il tempo speso per la stiratura ma migliora anche l’aspetto complessivo delle camere a parità di ore lavoro.
  5. Manutenzione facile. Con meno preoccupazioni riguardo alla stiratura e all’asciugatura, le lenzuola a tessuto misto permettono di impiegare operatori che non necessitano di competenze manuali avanzate, ottenendo comunque una perfetta vestizione del letto.
  6. Scelta più ecologica. Nonostante il poliestere non sia biodegradabile, l’integrazione di questo materiale nelle lenzuola per strutture sanitarie ha un impatto ambientale più basso dovuto alla durata superiore e al risparmio di energia per l’asciugatura e per lo stiro.
  7. Risparmio. Grazie alla durata prolungata e ai minori costi di manutenzione, con le lenzuola a tessuto misto le strutture sanitarie possono contare su significativi risparmi economici a lungo termine.

È importante ricordare che questo tipo di biancheria tende a ingiallire o ingrigire nel tempo a causa della componente in poliestere.

 

Lenzuola 50% Cotone – 50% Poliestere

Nel vasto mondo delle lenzuola sanitarie, una tipologia ha dimostrato di unire magistralmente funzionalità e resistenza: stiamo parlando delle lenzuola in tessuto misto 50% cotone 50% poliestere.

Il primo vantaggio, e forse il più apprezzato nelle strutture geriatriche, è la facilità di manutenzione. Grazie alla loro composizione mista, queste lenzuola si stirano con grande facilità: è quindi evidente il risparmio di tempo e denaro per chi gestisce giornalmente grandi volumi di biancheria.

Il secondo punto di forza è l’asciugatura. Chi opera nel settore sa quanto possa essere lunga e dispendiosa questa fase. Grazie alla fibra di poliestere, queste lenzuola si asciugano rapidamente, permettendo di velocizzare i tempi di cambio della biancheria letto.

Ultimo ma non ultimo, la resistenza. In ambienti come le RSA, dove le lenzuola vengono lavate frequentemente, è fondamentale l’utilizzo di biancheria che mantiene la sua integrità nel tempo. In questo, le lenzuola in tessuto misto sono insuperabili.

Scopri di più sulla linea EASY

 

Lenzuola NO STIRO: massima praticità per le strutture sanitarie

La caratteristica fondamentale delle lenzuola NO STIRO è chiara già dal nome: non richiedono di essere stirate. Ciò rappresenta un enorme risparmio di tempo, energia e risorse per le strutture sanitarie, specialmente quelle con un alto turnover o con carenza di personale.

Non è solo una questione di praticità. Infatti, le lenzuola NO STIRO hanno un valore sanitario, dato che impattano in modo positivo sul benessere del paziente

Grazie all’elasticità del tessuto di jersey di cui sono composte, queste lenzuola riescono a seguire i movimenti del materasso antidecubito, valorizzando la loro azione

Inoltre, è importante sapere che il tessuto jersey rimane sempre teso. Questa caratteristica si riflette in una riduzione delle piaghe da decubito.

Il perché è presto detto. Un fattore scatenante di questo problema è la presenza di pieghe nelle lenzuola. Infatti, una piega, anche se piccola, comporta un aumento di pressione sul punto del corpo a contatto. Con il passare del tempo, diminuisce l’afflusso di sangue e si accumulano gli effetti dello sfregamento, dando origine ad una piaga. Con le lenzuola NO STIRO si è verificato una significativa riduzione delle piaghe da decubito. 

Ma non è tutto! Infatti, rispetto ad altri tipi di lenzuola, il lenzuolo NO STIRO permette di ridurre l’insorgenza di ulcere ai talloni. Se nella maggior parte dei casi la parte inferiore del letto costringe il piede a una posa innaturale che comporta una forte pressione sui talloni, con il tessuto NO STIRO questo non accade. La forma del lenzuolo infatti comprende una sacca per l’alloggio dei piedi, lasciando il necessario spazio per favorire un posizionamento più ergonomico. 

I vantaggi delle lenzuola no stiro sono indubitabilmente anche gestionali. Il tessuto jersey non si stropiccia, mantenendo a lungo l’effetto e la sensazione di ordine tipico della biancheria appena stirata. Questo comporta una minore necessità di cambiare le lenzuola e rifare il letto. Ciò è un vantaggio innegabile, soprattutto considerando che stiamo parlando di tipo di lenzuolo che rimane sempre morbido e confortevole

Scopri di più sulle Lenzuola NO STIRO

 

Come scegliere la biancheria sanitaria: in conclusione

Le lenzuola per strutture sanitarie non sono solo un accessorio, ma uno strumento essenziale per garantire il comfort e il benessere dei pazienti. La varietà di materiali disponibili sul mercato offre una vasta gamma di vantaggi. Dal cotone puro, apprezzato per la sua morbidezza e traspirabilità, alle soluzioni a tessuto misto che combinano la praticità del poliestere con il comfort del cotone, fino alle lenzuola no stiro, perfette per ridurre i tempi di manutenzione.

La chiave per la scelta è trovare un equilibrio tra qualità, durata e facilità di manutenzione in base alla situazione specifica della struttura dove saranno utilizzate.

Investire nelle giuste lenzuola per strutture sanitarie non solo migliora l’esperienza dei pazienti ma può anche tradursi in significativi risparmi a lungo termine per le strutture.

Scegli con saggezza le lenzuola per strutture sanitarie per garantire un sonno sereno e confortevole a tutti i pazienti!

Tutone per anziani: perchè è cosi utile e pratico

Sempre più strutture sanitarie scelgono di adottare per i loro ospiti il tutone per anziani. Vediamo insieme il motivo di tale scelta e per chi non ha ancora in utilizzo il pigiama sanitario cosa tenere in considerazione per fare la scelta più giusta

Praticità e comodità

Innanzitutto bisogna considerare che solitamente il pigiama viene indossato per molte ore al giorno, ogni giorno. Per chi poi è costretto ad un ricovero ospedaliero o presso una struttura sanitaria o comunque a posizione sdraiata, il pigiama è l’unico capo di abbigliamento che indossa 24 ore su 24. Da qui l’importanza di scegliere il pigiama sanitario migliore.

Deve essere comodo per il paziente/degente, quindi essere in un materiale come il jersey che oltre a essere elastico non provoca irritazione alla pelle o piaghe. Questo tessuto è inoltre facilmente lavabile.

tutoni per degente proposti da Eurotex sono realizzati in 100% jersey di cotone.

Il capo risulta molto comodo per il paziente anche grazie ai polsini e fondi gamba elastici.

Sotto l’aspetto pratico invece i tutoni devono necessariamente avere una zip posteriore che permetta una facile vestizione e svestizione così come nel caso di pazienti con particolari patologie, di ostacolare la manipolazione da parte dello stesso paziente.

Infine, attenzione alla scelta della taglia. La taglia adeguata alla corporatura dell’ospite, meglio quindi optare per l’acquisto di un tutone disponibile in più taglie  piuttosto che taglia unica

Questione di zip

La zip posteriore è l’elemento caratterizzante e differenziante dei pigiami sanitari.

La zip deve essere a tutta lunghezza per permettere una faciale apertura e chiusura ed impedire che sia lo stesso paziente ad utilizzarla. I tutoni per anziani più evoluti prevedono una cerniera posteriore con più cursori in modo da facilitare il cambio dell’ospite senza spogliarlo totalmente. Il tutone confort di Eurotex presenta una chiusura posteriore con cerniera a triplo cursore e rinforzo finale.

L’aspetto estetico

Ancora una volta, anche nella scelta di questo capo d’abbigliamento consigliamo di non tralasciare totalmente l’aspetto estetico del prodotto.

Il tutone deve essere comodo per l’utilizzatore, pratico per gli operatori sanitari ma non dimentichiamo che solitamente chi lo utilizza lo indossa 24 ore al giorno ed è probabilmente in una condizione psicologica fragile. Meglio quindi optare per tutoni che siano “validi” anche esteticamente, proponendo magari diversi modelli o colori.

I vantaggi del tutone per gli anziani

Ricapitolando, scegliere di passare al tutone da degente piuttosto che il pigiami tradizionale, significa:

  • Maggior comodità per il paziente
  • Maggior praticità per l’operatore sanitario: è facile da indossare
  • Ostacolare la manipolazione da parte dell’ospite
  • Riuscire a cambiare dell’ospite senza spogliarlo grazie alla presenza di zip posteriori
  • Facile manutenzione: è resistente e facile da lavare.

Scopri le proposte di Eurotex Geriatric. Il tutone per degente è disponibile sia nella versione basic che comfort

Bavaglini per adulti e per anziani: guida alla scelta

Quali caratteristiche tenere in considerazione nella scelta dei bavaglini per adulti?

Il bavaglione è un ausilio molto importante per le persone che hanno bisogno di assistenza nei pasti giornalieri o che vogliono godere di maggiore autonomia.  I bavaglini aiutano infatti a mantenere una buona igiene durante i pasti

Quando ci si approccia alla scelta del prodotto serve considerare alcuni fattori.

  1. I materiali
  2. Le dimensioni
  3. La chiusura
  4. L’estetica

1. Bavaglini per adulti e anziani: i materiali

Una delle caratteristiche più importanti da considerare quando si sceglie il bavaglino per adulti o per anziani è il materiale.

Il bavaglino per anziani deve tendenzialmente essere impermeabile quindi avere una spalmatura di poliuretano. Bisogna però fare molto attenzione a non fare irritare il collo. Nel caso di particolare sensibilità è meglio optare per un bavaglino che nella parte a contatto con il corpo utilizzi materiali come il cotone.

Eurotex propone il bavaglino BILBAO, impermeabile con spalmature interna in poliuretano o il bavaglino SCOTTISH. Esistono anche i bavaglini per adulti e per anziani in spugna. La principale qualità della spugna è quella di essere assorbente. Sono quindi ideali quando l’adulto o anziano assumono cibi liquidi. Se cerchi questo tipo di prodotti, puoi scegliere il bavaglino ROMA, in spugna 100% cotone, o il bavaglino VENEZIA in spugna rigata.

Infine c’è la scelta del bavaglino monouso: una scelta sicuramente molto pratica da un lato ma oggi sempre meno sostenibile.

Quindi, ricapitolando: i bavaglini per adulti o per anziani possono essere in materiali che li rendono impermeabili (spalmatura di poliuretano con con pvc) o in spugna 100% cotone o in materiali monouso.

2. Bavaglini per adulti e anziani: le dimensioni

Le dimensioni del bavaglino per adulti o per anziani sono un altro aspetto molto importante da considerare nella scelta del prodotto.

A seconda del grado di autonomia nella gestione del paziente durante i pasti, sarebbe meglio scegliere un prodotto più grande o più piccolo.

Solitamente, quando il grado di autonomia è ridotto si cercano dimensioni molto ampie che possano consentire una protezione dalle spalle al bacino. Parliamo di dimensioni di almeno 44×90 cm fino a 50x 100 cm.

Esistono però anche dimensioni più ridotte magari per pazienti che hanno mantenuto una certa autonomia. In questo caso parliamo di bavaglini con dimensioni 45×75 cm

3. Bavaglini per adulti e anziani: la chiusura

Altro aspetto molto importante da tenere in considerazione quando si sceglie il bavaglino è la chiusura.

Le principali e più usate sono: con bottoni, a orecchie di coniglio, con lacci, con foro.

La più tradizionale chiusura a bottoni (pratica e veloce) è spesso sostituta dalla chiusura innovativa chiamata a orecchie di coniglio (proprio perché ricorda le lunghe orecchie dell’animale) che permette una chiusura veloce senza la necessità di futura manutenzione.

La chiusura con foro (senza lacci o bottoni) è molto pratica ma potrebbe non essere adatta a tutte le tipologie di collo.

Infine la chiusura con i lacci permette una chiusura personalizzata ma necessita di una manutenzione se il paziente non è autonomo.

4. Bavaglini per adulti e anziani: l’aspetto estetico

L’estetica dei bavaglini per anziani e adulti non va certo trascurata. Scegliere un bavaglino con una bella estetica può migliore l’umore dell’adulto o dell’anziano. Bisogna considerare che spesso i pazienti che utilizzano i bavaglini erano autonomi fino a poco tempo prima.
Trovarsi nella condizione di dover usare un bavaglino durante i pasti può non essere piacevole, se il bavaglino è triste e poco curato da un punto di vista estetico non aiuta di certo

I Bavaglini Eurotex oltre ad aver tutte le caratteristiche tecniche che li rendono funzionali e pratici strizzano l’occhio all’estetica. I modelli BILBAO in particolare sono moto apprezzati anche per i design ed i colori.

Perché è importante scegliere la divisa giusta

Tantissimi sono i settori in cui i lavoratori hanno l’obbligo di indossare la divisa.
Dalle fabbriche alla ristorazione, catene di negozi oppure il settore medico e sanitario e quello del benessere.
Va da sé che a seconda del settore la divisa deve assolvere vari compiti ed avere quindi caratteristiche ben precise.

Cosa si intende per divisa?

La divisa è in primis un elemento che distingue l’azienda in cui si lavora (sia essa un’industria, un negozio, una mensa, un’azienda ospedaliera). Rappresenta inoltre una protezione per la salute e la sicurezza del lavoratore. Il fine è proteggere il lavoratore, evitando infortuni, incidenti o contaminazioni; serve inoltre a proteggere gli indumenti personali dall’usura nello svolgere il proprio lavoro.

Ad ogni settore la divisa adatta

Eurotex propone divise professionali per il settore sanitario e quello della ristorazione.
Nel settore sanitario gli indumenti devono essere funzionali prima ancora che “alla moda”. Devono garantire la sicurezza, l’igiene ed il massimo comfort per svolgere al meglio la professione. Inoltre necessitando un cambio continuo la divisa deve essere resistente a frequenti lavaggi ad alte temperature.
Nel settore sanitario uno sguardo importante deve essere rivolto anche al paziente. Accanto al classico camice degente Eurotex propone il tutone, nella versione basic e comfort.
Il tutone è un prodotto molto funzionale che offre massimo comfort al paziente e praticità per l’operatore (sia assistenziale che medico).

Sicurezza e cura dei dettagli: quando la divisa raggiunge la sua massima espressione

Nel settore sanitario, l’aspetto estetico della divisa a volte può passare in secondo piano ma non è detto. Eurotex propone una vasta gamma di casacche e camici per il settore sanitario in grado di assolvere tutte le richieste sul piano funzionale e di sicurezza e nello stesso tempo con un design ed una cura nei particolari degna di un “abito borghese”.
Nel settore della ristorazione, capita già più frequentemente che accanto alla praticità si cerchi qualcosa dal design più ricercato e a volte più “originale”.
Ricordiamo che ogni divisa deve sempre comunicare professionalità. Essere anche eleganti e vestire con stile è sicuramente un plus che non passa inosservato ma che non dovrebbe mai essere anteposto alla funzionalità.
Se cerchi modelli o produzioni personalizzate contatta il nostro staff; saremo lieti di aiutarti a trovare la divisa che cerchi.

L’importanza di scegliere un produttore serio e professionale

Mai come in questo ambito è importante affidarsi a produttori seri e qualificati.
La divisa in quanto salvavita deve avere tutte le caratteristiche in regola che la rendono tale. No a “risparmi” in questo senso. Serve scegliere produttori affidabili e professionali che possano capire le esigenze e proporre il prodotto che meglio incontra le richieste.
Eurotex ha una lunga esperienza nel settore e si affida a partners dall’indiscusso valore. Inoltre lo staff di Eurotex è quotidianamente a disposizione per soddisfare ogni richiesta.

Come scegliere gli ausili di contenzione

In quali ambiti si usa la contenzione

Gli ausili di contenzione si usano sia in ambito sanitario (ospedaliero, strutture sanitarie, rsa) che privato. Nella maggior parte dei casi gli ausili di contenzione vengono usati

  • per anziani con disabilità nelle attività di base della vita quotidiana
  • per pazienti con deterioramento cognitivo
  • per pazienti con disturbi del comportamento
  • per pazienti a rischio di caduta

Cosa sono gli ausili di contenzione

Gli ausili di contenzione sono dei prodotti medicali che servono per “contenere” o meglio stabilizzare un paziente che non deve muoversi. La necessità di rimanere fermi può essere dettata da motivi clinici, quali un intervento o assistenziali. Nel caso dell’anziano spesso si ricorre agli ausili per evitare che cada (dal letto, se allettato, da una carrozzina durante gli spostamenti).

E’ importante che questi dispositivi raggiungano lo scopo di stabilizzare il paziente abbiamo detto ma tutto questo non deve compromettere il comfort del paziente stesso. Oltre ad essere efficace e confortevole la contenzione deve infatti anche essere sicura per paziente ed operatori. Il paziente si deve sentire sicuro e non “imprigionato”!

Tipologie di dispositivi

Abbiano detto che l’obiettivo è quello di stabilizzare il paziente. Il dispositivo deve essere un aiuto non una costrizione. Il paziente può essere sia allettato che su carrozzina. Esistono quindi cinture di contenzione per letto e cinture di contenzione per carrozzina.

Le cinture di contenzione per letto possono essere in materiali diversi. Eurotex propone cinture di contenzione per letto in cotone, cinture di contenzione letto in poliestere e cinture di contenzione letto in polipropilene. Le cinture di contenzione sono regolabili quindi stabilizzano il paziente ma permettono una mobilità residua che garantisce minimi cambiamenti posturali.

Accanto alle cinture di contenzione per letto troviamo anche polsiere e cavigliere. La cavigliera per letto è indicata quando serve limitare i movimenti delle caviglie. La polsiera è indicata quando si vogliono evitare movimenti inappropriati da parte del paziente.

Ci sono poi le cinture di contenzione per carrozzina. In questo caso il dispositivo evita rischi di caduta del paziente durante il trasferimento e nello stesso tempo lo aiuta a mantenere una postura corretta impedendogli di scivolare in avanti.

Quando parliamo di cinture di contenzione per carrozzina Eurotex propone la cintura addominale, la cintura di fissaggio per il tronco, la cintura di fissaggio tronco-perineale, la cintura di fissaggio toracico a X ed infine la cintura transfer. Questa è usata dal personale sanitario per trasferire con più facilità il paziente da e per la carrozzina.

Quali caratteristiche devono avere gli ausili di contenzione

Trovarsi a scegliere a un dispositivo di contenzione, può essere difficile anche per gli addetti ai lavori.

E’ importante affidarsi ad aziende professioniste che offrano un prodotto di qualità che rispetti tutti gli standard di sicurezza e conformità richiesti (dai materiali, alle chiusure).

Il prodotto deve garantire la contenzione del paziente senza provocare lesioni e dove possibile senza farlo sentire troppo costretto. La cintura di contenzione deve essere regolabile e dove possibile essere disponibile in taglie diverse a seconda della corporatura del paziente.

Deve essere sicuro, sia per il paziente che per l’operatore. Gli ausili di contenzione devono essere facili da utilizzare per l’operatore, le chiusure devo essere pratiche, sicure e ancora una volta confortevoli.

In relata sono poche e semplici le caratteristiche che devono avere gli ausili di contenzione per essere validi. Affidarsi ad un partener professionale aiuterà a fare la scelta giusta al sicura da spiacevoli sorprese.

Letto geriatrico: perché deve essere diverso da un letto tradizionale?

Un letto sanitario deve avere alcune caratteristiche specifiche che lo rendono adattato alla degenza di pazienti con esigenze specifiche. Gli ospiti delle strutture sanitarie (RSA ma non solo) hanno infatti una qualità di vita molto diversa e spesso sono allettate per tutto il giorno, un tempo nettamente superiore a quello a cui il corpo umano è abituato.

Per questo motivo la biancheria tradizionale usata per allestire un letto non sanitario non è indicata per l’uso nelle strutture geriatriche. Serve una biancheria specializzata per la lunga degenza.

Biancheria dedicata alle esigenze sanitarie della lunga degenza

A fronte di questa esigenza, Eurotex Geriatric propone un LETTO pensato specificatamente per le esigenze delle strutture sanitarie. La combinazione prodotti realizzati con materiali altamente specializzati dà vita ad un LETTO PERFETTO che

  • Utilizza biancheria tecnica altamente specializzata
  • Dona il massimo confort al paziente
  • Ottimizza il lavoro degli operatori

Qual è la soluzione perfetta pensata da Eurotex Geriatric?

Nello specifico il letto sanitario di Eurotex è composto da: materasso, guanciale e copriguanciale, traversa, lenzuola, coperta, coperta regolante.

Vediamo nello specifico quali sono i benefici che il letto perfetto di Eurotex dona ai pazienti.

  • Confort massimo per i pazienti grazie all’utilizzo della maglia in jersey per il lenzuolo. Il jersey è il materiale ideale perché oltre a risultare morbido e quindi confortevole evita la formazione di pieghe e di una frizione che potrebbe causare piaghe da decubito. Il disegno particolare del lenzuolo riduce inoltre la frizione e la pressione sui piedi evitando possibili abrasioni.
  • Lo speciale pattern della coperta termoregolante permette invece una migliore traspirazione lasciando la pelle sempre a contatto con l’aria riducendo così il problema degli arrossamenti e a seguire delle piaghe da decubito. La coperta risulta inoltre calda e leggera, riduce la pressione sull’ospite e lasciandogli più libertà di movimento.

Ottimizzare il lavoro dei sanitari

Questa innovativa concezione di letto oltre a donare massimo confort al paziente ottimizza anche il lavoro degli operatori sanitari. In che modo?

Meno lavoro per gli operatori nel processo di rifacimento letto che quindi avranno più tempo da dedicare al paziente. Un operatore da solo riesce velocemente a rifare il letto. Grazie ai materiale e al design, il letto si rifà più facilmente ed in minor tempo. Il letto rimane perfetto anche nel tempo riducendo quindi gli interventi giornalieri di rifacimento. La struttura ne guadagnerà in efficienza.

Scopri tutte le novità di Eurotex geriatric, richiedi subito il nostro catalogo